fbpx

Affinché la mia gioia sia in voi e la vostra gioia sia piena

 

Quest’ anno la Scuola di Meditazione Sardegna offre uno Stage di Meditazione Cristiana riservato agli Iscritti che non hanno mai fatto l’esperienza dei Ritiri a Bitti

In un clima di fraternità, condivisione, sobrietà, silenzio; con l’impegno nel lavoro manuale, nella preghiera e nell’ascolto della Parola, proponiamo un’esperienza fortemente spirituale.

Siamo ospiti in un Santuario Mariano, che ha una storia secolare nella tradizione religiosa della comunità di Bitti. Al centro la chiesa del 1500, intorno le cumbessias (casette) che vengono abitate dai novenanti durante il periodo della novena in onore della Madonna dell’Annunziata che si tiene in maggio.

L’ambiente logistico è semplice ed essenziale.

Il tema della proposta

 

Da mercoledì 17 a domenica 21 agosto proporremmo una serie articolata di Esercitazioni Spirituali.

Ovvero: faremo la pratica di tecnologie di cura e nutrimento della vita interiore.

L’orizzonte, o il patrimonio spirituale nel quale ci muoviamo è quello della tradizione biblica, e più specificatamente cristiano cattolica.

Lo stile ricalcherà quello degli Esercizi Spirituali di Sant’Ignazio di Loyola.

Il titolo tematico è tratto dalle parole che Gesù pronuncia nel contesto dell’Ultima Cena, secondo il racconto dell’evangelista Giovanni: “Queste cose vi ho detto affinché la mia gioia sia in voi e la vostra gioia sia piena(Gv 15, 11).

Con questa affermazione, Gesù specifica in maniera chiarissima che la “volontà di Dio” è che ognuno di noi sia pienamente felice.

Tuttavia, sappiamo bene come la tal cosa sia spesso dimenticata o per nulla compresa.

Così, la “definizione” di chi sia Dio che lo stesso Giovanni fa nella sua Prima Lettera: “Dio è Amore” (1Gv 4, 8.16) risulta sa sua volta quantomeno incomprensibile.

Allora, quello che in questi giorni ci proponiamo è di recuperare e ricomporre i frammenti della nostra biografia alla luce del desiderio che Dio nutre, ovvero: la nostra piena felicità.

Il fine di questa presa di consapevolezza è di comprendere come lo stile di vita possibile sia quello della riconciliazione, della gratitudine e della conseguente gratuità.

Ignazio di Loyola, nei suoi Esercizi Spirituali, ai numeri. 230-237, colloca questa comprensione radicale della vita nella contemplazione per giungere ad amare.

 

 

L’itinerario mistagogico dell’eucarestia quotidiana

L’Eucarestia serale proporrà il medesimo brano evangelico nella Liturgia della Parola, insieme alle altre letture tratte dall’Antico e Nuovo Testamento.

Inoltre, sarà anche l’occasione di sviluppare un breve itinerario mistagogico, ovvero una istruzione e catechesi sui simboli che la liturgia eucaristica propone.

Ecco il percorso:

 Mercoledì: l’Annunciazione.

Il significato del pane e del vino

 Giovedì: la Nascita di Gesù.

Il significato del Prefazio: Dio e la storia dell’Uomo.

 Venerdì: Il Buon Samaritano.

Il significato della Comunione: la medicina per i malati, non il premio per i giusti.

 Sabato: I discepoli di Emmaus.

Il significato del Sanctus: le nostre radici.

 Domenica: Maria di Magdala il mattino di Pasqua.

Redenti nel Battesimo, nutriti dall’Eucarestia, benedetti e inviati

 

 

 

per comunicazioni e informazioni iscrizione allo stage inviare una mail a:

 

ritirobitti2016@gmail.com

Il corso è guidato da

Padre Davide Magni SJ

 https://www.scuoladimeditazione.eu/ritiro_bitti.mp4